In che modo l’esperienza dei clienti sta delineando il panorama della pubblicità programmatica nel 2019

  • Home
  • In che modo l’esperienza dei clienti sta delineando il panorama della pubblicità programmatica nel 2019

In base a recenti previsioni, il 65% di tutti gli investimenti in advertising, equivalenti a 84 miliardi di dollari, diventerà programmatico nel 2019. Tuttavia, crescita e investimenti maggiori non hanno molto a che vedere con l’efficacia e il rendimento di una pubblicità, e purtroppo sono troppi i brand che destinano ingenti somme di denaro alla pubblicità digitale senza considerare il quadro generale: targettizzazione, ottimizzazione e inserimento della pubblicità programmatica nell’esperienza più estesa dei clienti.

Grazie agli sviluppi nella tecnologia degli annunci, al numero e alla qualità di canali disponibili e alla gamma di metodi di erogazione, il rendimento pubblicitario ha registrato un crescente successo negli ultimi anni. Tuttavia, focalizzandosi troppo sui canali programmatici e prestando scarsa attenzione ai successivi punti di contatto, i brand non stanno sfruttando appieno il valore della pubblicità. Per essere veramente efficienti e riscuotere successo, al giorno d'oggi i brand non devono solamente essere esperti di pubblicità programmatica ma devono anche essere al corrente di ciò che succederà in seguito.

La pubblicità nell’era dell’esperienza dei clienti

Nel 2013, Walker pubblicò uno studio prevedendo che entro il 2020, l’esperienza dei clienti avrebbe superato prezzo e prodotto quale principale elemento distintivo dei brand. A un anno dal realizzarsi di tale previsione, i brand stanno comprendendo la necessità di collegare ogni elemento della loro strategia di marketing e creare esperienze online che stimolino i clienti dall’inizio alla fine e favoriscano i ritorni sugli investimenti. Lo stesso vale per la pubblicità.

Per il 65% dei consumatori vivere un’esperienza positiva influisce maggiormente sul modo di vedere un brand rispetto a un’ottima pubblicità ed è chiaro quindi che la pubblicità da sola non basta a conquistare il cuore e la mente dei clienti. Tuttavia, tradizionalmente, si è assistito a un mancato collegamento tra canali, in particolare tra pubblicità ed esperienza sul sito con conseguenti significativi problemi, inclusa la problematica per tutto il settore di investimenti pubblicitari sprecati, elevate frequenze di rimbalzo e mancanza di personalizzazione.

Con la crescita della relativa relazione con l’esperienza dei clienti, è chiaro che la pubblicità deve integrarsi maggiormente nel percorso più ampio del cliente. Come può essere raggiunto tale obiettivo? Per comprenderlo, dobbiamo rispondere a due domande fondamentali:

  • 1. Come si inserisce l'advertising nell’odierno percorso del cliente?
  • 2. In che modo i brand possono favorire una maggiore personalizzazione e pertinenza attraverso la pubblicità?

Per chi cerca di ottimizzare il ritorno sull’investimento di marketing proveniente dall'advertising digitale, è fondamentale non fermarsi all’annuncio ma considerare l’esperienza sul sito. Le tecnologie di advertising e marketing devono collaborare in modo tale da assicurarsi che ogni cliente viva un’esperienza fluida, attraverso ogni canale, che sia allineata con ciò che stanno cercando e perché.

Nel nostro imminente eBook, risponderemo a queste domande per consentire ai professionisti del marketing di acquisire le conoscenze necessarie a progredire con fiducia nel 2019. L’eBook esplorerà il panorama programmatico partendo dagli albori per arrivare ai giorni nostri, focalizzandosi sul modo in cui l’esperienza dei clienti sta modificando le aspettative e influenzando il modo in cui la pubblicità programmatica è erogata e percepita.

Esperienza dei clienti

Posted by Emily Atkinson

Recommended Posts

Comments

Search

Browse categories

Popular Posts