Marketing Esperienziale e Travel: 5 consigli

  • Home
  • Marketing Esperienziale e Travel: 5 consigli

Oggi non si parla più di semplice Marketing, soprattutto nel settore Travel, ma di Marketing Esperienziale. Cosa significa? Significa che oggi l'utente non acquista più solo un prodotto, che paga e consuma, ma cerca un'esperienza da vivere a 360°: ci troviamo nell'Experience Economy. Vediamo qualche numero per descrivere meglio questo fenomeno:

  • Il 72% dei Millennials preferisce spendere i propri soldi per esperienze più che prodotti fisici;
  • Tempo libero e turismo assorbono, insieme, il 77% del fatturato e-commerce prodotto dalle vendite online in Italia nel 2015 (Fonte: Casaleggio Associati).

Quindi? Gli utenti preferiscono sempre più spendere i loro soldi per vacanze, cene e divertimenti (esperienze) piuttosto che per prodotti fisici, e questo apre un orizzonte interessante per i brand di questo settore.


Come puoi approfittare del Marketing Esperienziale?

  • Risveglia la voglia di viaggiare in fase di ispirazione

Nella fase esplorativa/di ispirazione in cui l'utente cerca spunti e si informa, devi catturare il suo interesse per incentivarlo a scegliere il tuo brand. Come? Sicuramente con immagini ad alta qualità, situazioni/scenari coinvolgenti sui Social, e utilizzando strategie per l'acquisizione di traffico qualificato come il Prospecting o l'email marketing. Il trucco è ispirare l'utente a vivere un'esperienza unica, giocando sui suoi ricordi, sui sogni d'infanzia e sull'immaginario comune. Incoraggia l'utente all'azione, per incentivarlo a prenotare con te l'esperienza della sua vita.

  • Al di là dell'aspetto materiale

E' molto importante che i potenziali clienti conoscano nel dettaglio cosa comprende la tua offerta. Una buona strategia di marketing però va oltre un mero elenco di caratteristiche positive, mostrando più nel dettaglio i benefici della scelta del tuo brand rispetto ad un competitor, giocando su immagini evocative, esperienze e scenari. Cosa ti sembra più interessante: un soggiorno di qualche giorno in una dimora storica Irlandese, o un weekend nella campagna Irlandese nei luoghi dove è stato girato Game of Thrones? Si tratta di vendere l'esperienza più che la struttura in sè, con copy avvincenti e che evochino i benefici di prenotare con te, e che vadano oltre il semplice aspetto fisico della situazione.

  • Crea momenti da condividere
Il nuovo lusso non è acquistare una borsa di marca, ma nuotare con i delfini, scalare le montagne, visitare luoghi lontani - e poi condividere le immagini sullo smartphone.
Divia Thani, Editor-in-chief in Condé Nast Traveller Magazine

Oggi non è più sufficiente fornire un buon servizio; i clienti si aspettano un buon servizio ma anche un'esperienza indimenticabile, da condividere e raccontare agli amici - soprattutto attraverso i Social. Solo così l'esperienza che l'utente cerca è completa: il Marketing Esperienziale si chiude con la condivisione dell'esperienza positiva o negativa che sia. Assicurati quindi di far sentire la tua voce sui Social e di essere presente con il tuo brand ben visibile, così che i clienti possano facilmente interagire con te su tutti i device. E' anche importante essere reattivi: se qualcuno twitta sull'esperienza avuta presso la tua struttura, rispondi e fai capire all'utente che dall'altra parte dello schermo c'è qualcuno che ha apprezzato il suo contributo. Coinvolgere l'utente e tenerselo stretto è fondamentale soprattutto in questo settore. Il passaparola e le Pubbliche Relazioni facilitano la pubblicità e la visibilità, e la Customer Retention.

  • Trova la tua Unique Selling Proposition e usala

experience travelIl settore Viaggi & Tempo Libero è molto competitivo: tante offerte, tante possibilità, esperienze diverse ma ugualmente interessanti. Come fare per distinguersi? Innanzitutto evidenzia ciò che ti distingue dai tuoi diretti competitor; poi individua il tuo target di utenti e comunicalo nella tua strategia di marketing. Che sia un punto di riferimento locale o un servizio personalizzato, ispira i potenziali clienti con l'esperienza di viaggiare per imparare, per immergersi in una nuova cultura, per scoprire storie passate etc.

  • Pensa nel lungo periodo

Per avere successo nel settore dei viaggi, non ti servono utenti una tantum, ma clienti fidati che si rivolgano al tuo brand nel lungo periodo. Il modo migliore per tenersi stretti i clienti è sviluppare una strategia di Customer Loyalty per migliorare la Customer Experience ogni volta di più, e per fidelizzare il cliente al tuo brand e all'esperienza che offri.

Cosa ne pensi di queste strategie? Quali sono le tattiche che hai in atto per il marketing esperienziale?

Lasciaci i tuoi commenti, il tuo parere è prezioso!

B2B, Blog, Business Strategy, condè nast, customer experience, Customer Retention, experience marketing, ispirazione, Migration, Social media, travel, Travel & Leisure, viaggi

Posted by Enrico Gorgoglione

Comments

Search

Browse categories

Popular Posts