Blog.

Ultimo post pubblicato

Disintermediazione nel mondo travel, il successo passa dalla user experience

Enrico Gorgoglione10-lug-2017 9.21.52

L’arrivo della stagione estiva e dei giorni più caldi coincide con il periodo più importante anche per il comparto hotellerie. Secondo lo studio Hotel & Chains in Italy 2017, realizzato da Horwath HTL in collaborazione con STR e Confindustria Alberghi, su territorio nazionale sono a disposizione 1,1 milioni di camere per un totale complessivo che supera le 33.000 strutture alberghiere. Questi numeri confermano l’Italia tra le prime nazioni in Europa, alla pari con Regno Unito e Germania, ma il confronto non regge per numero di strutture appartenenti alle catene alberghiere, visto che i dati si attestano ad un esiguo 4,2%. Hotel & Chains conferma la crescita della proposizione alberghiera nazionale, ma a fronte di questi segnali, aumenta anche la dipendenza dalle agenzie. Che si tratti di intermediari online o offline, i numeri diretti degli hotel non soddisfano ancora appieno. Da tempo si parla di disintermediazione: è questa l’arma in possesso delle strutture ricettive per puntare ad un guadagno migliore. I colossi del settore (OTA) come Booking, Expedia e TripAdvisor garantiscono infatti numeri importanti e aiutano hotel e resort a riempire le stanze, nonché ad ottenere recensioni da parte degli utenti, ma le percentuali di commissione tra il 15 e il 20% suggeriscono alle strutture di cercare strade alternative attraverso il proprio booking engine. L’arma in più delle OTA è l’investimento nella user experience, che si ripercuote positivamente nella fase di prenotazione con un marketing fortemente personalizzato, ed è questo che consente alle agenzie di ottenere il 74% delle prenotazioni indipendenti come confermato da Phocuswright.

Ultimo post pubblicato

What about last event: Programmatic Day e i modelli di attribuzione

Enrico Gorgoglione19-apr-2017 13.36.03

Come ogni anno, il Programmatic Day ha aperto le porte a tutti i player del mondo tecnologico, analizzando i trend di mercato e le opportunità. Sono differenti i topic sviluppati in merito all’attribuzione, ai vari approcci e alle preferenze verso l’omnicanalità. Lato cliente, AdRoll ha evidenziato, al termine di uno studio condotto tra oltre 1000 realtà aziendali europee e del Nord America, che la corretta attribuzione delle conversioni è considerata una tematica di forte impatto per la maggior parte dei brand. A fronte di una crescita esponenziale delle tecnologie e degli strumenti, salgono di pari passo sia il knowledge che la consapevolezza degli attori principali del mercato nazionali. In questo senso, le company digitali devono soddisfare il bisogno del cliente, proponendo soluzioni misurabili sui differenti canali e con i vari player.